La Collodi torna a casa: inaugurata l’apertura del nuovo plesso ristrutturato

Il sindaco Nitti: “È un sogno che si avvera”

La Collodi torna a casa: inaugurata l’apertura del nuovo plesso ristrut...

Dettagli della notizia

La scuola dell’infanzia Carlo Collodi torna a casa. E dal 24 settembre prossimo potrà finalmente accogliere i piccoli allievi casamassimesi, al termine degli interventi di ristrutturazione e adeguamento sismico, realizzati attraverso finanziamenti ministeriali erogati tramite la Regione Puglia, pari a 690mila euro. A questa somma si aggiungono altri 200mila euro, prelevati dall’avanzo di amministrazione al fine di completare gli interventi e acquistare nuovi arredi.

Il plesso scolastico è stato interessato da lavori di ristrutturazione, ampliamento, adeguamento sismico, acquisto di nuovi arredi, creazione della sala mensa. Fino ad arrivare al tanto atteso taglio del nastro, avvenuto giovedì 17 settembre e giunto dopo non poche difficoltà, ostacoli, rallentamenti susseguitisi negli anni, a partire dal 2015.

“Mi sembra di sognare a occhi aperti – osserva a riguardo il sindaco di Casamassima, Giuseppe Nitti – perché la scuola dell’infanzia Carlo Collodi, dopo tanti anni pieni di ostacoli e mille peripezie, finalmente è realtà. Ricordo nitidamente quando, appena insediati nel 2018, quello che avevamo ereditato erano solo pilastri di cemento. Ma dopo tantissimo lavoro, incontri, tavoli tecnici, variazioni di progetti, finalmente siamo riusciti a sbloccare la situazione e a portare a compimento gli interventi. Una situazione che era rimasta ferma e in sospeso per troppi anni, al punto che era diventato persino complicato ipotizzare una data di fine lavori. Non sono per natura incline ai facili entusiasmi, ma stavolta posso dire con soddisfazione che ce l’abbiamo fatta”.

 “Ho seguito con grande attenzione – fa presente il vicesindaco e assessore ai lavori pubblici, Anna Maria Latrofa – tutte le fasi del travagliato iter che si è concluso finalmente con l’inaugurazione della scuola dell’infanzia Collodi. La prima volta che mi sono recata a scuola da assessore ho trovato una struttura che sembrava un rudere in avanzato stato di abbandono. E non sono mancati – non lo nascondo – momenti di sconforto durante i quali non si riusciva a intravedere neppure lontanamente il traguardo di fine lavori. Poi con il lavoro, l’impegno, la volontà di restituire ai nostri bimbi la loro scuola siamo andati avanti. E oggi possiamo gioire per il raggiungimento di questo traguardo assieme ai piccoli studenti, ai genitori, al dirigente e al personale scolastico, a tutta la comunità casamassimese”.

Hanno preso tra gli altri parte alla cerimonia d’inaugurazione del plesso, svoltasi nel rispetto delle norme anticovid, oltre al sindaco Nitti, gli assessori, i consiglieri comunali, il dirigente scolastico dell’istituto comprensivo Rodari-Dante Alighieri, Leonardo Campanale, il dirigente del circolo didattico Marconi, Francesco Damiani, il presidente del consiglio d'istituto Rodari-Dante Alighieri, Marco Vacchiano, le maestre, i genitori e il personale della scuola. A benedire l’istituto il parroco della parrocchia Santa Maria delle Grazie, don Michele Camastra.

Nelle foto, in sequenza, il taglio del nastro, un momento degli interventi del sindaco Nitti e del vicesindaco e assessore ai lavori pubblici Latrofa, due immagini di com'era la scuola nel 2018, e la scuola invece come è adesso.  

Immagini della notizia

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Commenta la seguente affermazione: "ho trovato utile, completa e corretta l'informazione."
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO
X
Torna su