In arrivo contributi per gli esercenti commerciali penalizzati dal Covid-19

Il Comune decide di assegnar loro fondi concessi dalla Regione

In arrivo contributi per gli esercenti commerciali penalizzati dal Covid-19

Dettagli della notizia

L’amministrazione comunale vicina alle famiglie i cui redditi, derivanti da attività commerciali, hanno subito pesanti ripercussioni a seguito della grave emergenza sanitaria legata al Covid – 19.

La giunta comunale infatti, attraverso l’approvazione della delibera numero 69 del 29 giugno 2020, ha deciso di destinare i contributi economici straordinari, stanziati dalla Regione Puglia in favore di persone in difficoltà economica a seguito dell’emergenza, ai concittadini il cui reddito deriva da attività commerciali che sono state costrette a rimanere chiuse durante i mesi caratterizzati dal rapido diffondersi dei contagi.

La Regione dal canto suo ha stanziato, nell’ambito degli interventi di protezione sociale rivolti ai Comuni pugliesi, la somma complessiva di 11.500.000 euro. Di questi fondi, 55.554,75 euro sono stati destinati al Comune di Casamassima.

Con l’amministrazione che, come detto, ha deciso di assegnare la somma alle famiglie che trovano sostentamento nel commercio.

Per poter avere accesso alla misura, gli interessati dovranno essere in possesso dei requisiti descritti nel relativo avviso pubblico - presente tra gli allegati in questa stessa pagina – e presentare l’apposita domanda, che si può scaricare sempre tra gli allegati di questa pagina. Lo schema di domanda deve essere presentato entro il 18 luglio 2020, unicamente attraverso modalità telematica, inviandolo una volta compilato all’indirizzo antonio.manzaro@comune.casamassima.ba.it.

La domanda deve essere inoltre presentata dai soggetti il cui reddito deriva da attività commerciali di vicinato, con vendita al dettaglio e di erogazione di servizi, aventi sede nel territorio di Casamassima, che sono stati costretti a sospendere l’attività a seguito delle restrizioni imposte dal Governo durante l’emergenza legata al Covid-19.

Sono escluse le attività presenti nei centri commerciali, quelle che non sono state obbligate alla chiusura, neppure parziale, e gli esercizi che hanno potuto effettuare il servizio di consegna a domicilio.   

Immagini della notizia

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Commenta la seguente affermazione: "ho trovato utile, completa e corretta l'informazione."
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO
X
Torna su