Attivata raccolta firme per richiedere un referendum sul green pass

Chi volesse aderire può farlo recandosi in Comune fino al 20 ottobre 2021

Attivata raccolta firme per richiedere un referendum sul green pass

Dettagli della notizia

Una raccolta firme al fine di promuovere il referendum per richiedere l’abrogazione delle norme sul green pass. È quella che i proponenti hanno avviato in tutta Italia.

La sottoscrizione può essere effettuata fino al 20 ottobre 2021.

I cittadini casamassimesi, maggiorenni e iscritti nelle liste elettorali del Comune di Casamassima, che volessero esprimere la loro adesione potranno farlo recandosi presso l’ufficio elettorale, al piano terra del palazzo municipale, dal lunedì al venerdì – dalle ore 09.00 alle ore 12.00 – e il giovedì anche dalle 16.30 alle 17.30. 

Quattro i quesiti referendari rispetto ai quali è stata indetta la raccolta firme, di seguito riportati.

  1. “Volete che sia abrogato il decreto – legge 22 aprile 2021, n.52 (Misure urgenti per la graduale ripresa delle attività economiche e sociali nel rispetto delle esigenze di contenimento della diffusione dell’epidemia da Covid-19) convertito con modificazioni dalla L. 17 giugno 2021, n.87, limitatamente all’art. 9 (Certificazioni verdi Covid-19) e successive modifiche ed integrazioni?”
  2. “Volete che sia abrogato il decreto – legge 23 luglio 2021, n. 105, (Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid -19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche?”
  3. “Volete che sia abrogato il decreto – legge 6 agosto 2021, n. 111 (Misure urgenti per l’esercizio in sicurezza delle attività scolastiche, universitarie, sociali e in materia di trasporti)?”
  4. “Volete che sia abrogato il decreto – legge 10 settembre 2021, n. 122 (Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza da Covid – 19 in ambito scolastico, della formazione superiore e socio sanitario – assistenziale)?”

In linea generale, per dar vita a un referendum abrogativo è necessario presentare 500.000 sottoscrizioni. Fatto questo, spetta poi alla Corte Costituzionale dare agli elettori la possibilità di recarsi effettivamente alle urne, una volta valutata preliminarmente la legittimità costituzionale del referendum stesso. 

Immagini della notizia

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Commenta la seguente affermazione: "ho trovato utile, completa e corretta l'informazione."
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO
X
Torna su