Certificato storico di residenza

Descrizione

Il certificato storico di residenza attesta la successione dei diversi indirizzi del cittadino nell'ambito dello stesso Comune.
E' richiesto abitualmente per l'assegnazione degli alloggi popolari, per il condono edilizio, per l'inserimento in graduatoria degli insegnanti e professori, per il pagamento della tassa sui rifiuti solidi urbani ecc.

Validità

Il certificato è valido per 6 mesi. E' in ogni caso valido anche dopo 6 mesi se il cittadino sottoscrive sul documento stesso una dichiarazione attestante che le informazioni contenute nel certificato non hanno subito variazioni dalla data di rilascio.

Nota bene

Nei casi previsti dalla legge, è possibile sostituire questo certificato con l'autocertificazione. Per saperne di più, consulta la guida all'Autocertificazione o compila automaticamente la tua autocertificazione on line.

Normative di riferimento

D.P.R. 223/1989

Cosa fare

Il cittadino interessato al rilascio del certificato deve recarsi presso gli sportelli dell'Ufficio Anagrafe con un proprio documento di identità valido.

I cittadini residenti all'estero possono fare richiesta per posta, o attraverso Consolati e Ambasciate, all'Ufficio Anagrafe Italiani Residenti all'estero. E' sempre possibile incaricare della richiesta un'altra persona purché munita di documento d'identità valido.

Modalità per l'effettuazione dei pagamenti

  • € 14,62 per una marca da bollo;
  • € 0,62 per diritti di segreteria;

In casi particolari previsti dalla legge di esenzione dal bollo, i costi ammontano a soli € 0,26 per i diritti di segreteria, più € 0,10 per rimborso stampa.

Documenti e link

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Commenta la seguente affermazione: "ho trovato utile, completa e corretta l'informazione."
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO
X
Torna su